È uno stile strafottente quello che mette in scena Balenciaga a Parigi. Scarpe da maschiaccio, modelle quasi androgine, capelli cortissimi, stile punk e sguardo da bad girl. Sono ragazze sconosciute, portate in passerella dopo un casting in giro per l’Europa. Le scarpe che sfilano sono rigorosamente senza tacco, tempestate di borchie aguzze. I colori che si alternano sono solo due, blu e rosso, a disegnare un inconfondibile stile urbano futurista. Decisa l’impronta  che Nicolas Ghesquière ha lasciato alla maison francese, da quando, all’età di 25 anni si è assunto la responsabilità di riportare in auge un brand che stava sprofondando. Ce l’ha fatta.