Tag Archive: Stivali


In questa nebbiosa giornata milanese, non posso che pensare al caldo sole del sud e a quanto tempo passerà prima che io lo riveda. 😦

A parte l’umore da esiliata di oggi, stavo pensando che per un po’ di tempo saremo costrette a trascurare parte della nostra collezione di scarpe per concentrarci solo su ankle boots e stivali. Mi sembra particolarmente interessante l’interpretazione invernale di Piazza Sempione, di cui vi propongo due splendidi modelli in morbidissima pelle: un paio di ankle boots con laccetto posteriore e un paio di stivali al ginocchio.

piazza sempione autunno inverno 2010 2011 scarpe stivali Continua a leggere

scarpe hogan rebel sneakers fashion
Dopo la capsule collection disegnata da Karl Lagerfeld e presentata al mondo durante la sfilata di Parigi poche settimane fa, Hogan lancia un nuovo modello: le Rebel. Sono scarpe venute alla luce con l’intento di comunicare a tutte le fashion victims che il brand non significa solo comodità, ma è anche sinonimo di moda glam. Continua a leggere

 

 

scarpe mari tonnetti jan jansen russian fashion week 2011 stivali

Mari Tonnetti

Si è conclusa ieri la Russian Fashion Week tenutasi a Mosca per sei giorni, con le proposte per la primavera-estate 2011. Straordinario il duetto che abbiamo visto sfilare in passerella. Tutto nordico. Uno olandese, l’altro danese. Uno Mari Tonnetti, l’altro Jan Jansen. Più che la fusione di due stili, è stata la fusione di due anime. Il primo ispirato da un’influenza francese del 18^ secolo, con un tocco di italian life-style; il secondo un maestro a disegnare scarpe da diversi decenni. Il risultato è stato un connubio perfetto.

 

mari tonnetti jan jansen russian fashion week 2011 scarpe stivali

Jan Jansen, Russian Fashion Week 2011

Questa una delle proposte della sfilata. Stivali eccessivi, rossi e scintillanti. Con un non-so-che che rimanda al mondo degli inferi, ma che, allo stesso tempo, non li descrive come “diabolici”… se fossero animati li descriverei con l’aggettivo “simpatici”.  😀

Sarebbero stati perfetti per Michelle Pfeiffer versione catwoman questi boots disegnati da Giuseppe Zanotti per la maison Balmain. Tacco non troppo alto, stringhe che salgono fino al polpaccio, con un laccio che strozza la caviglia. E come se non bastasse, cerniera laterale ben visibile.

Decisamente in linea con lo stile proposto dal designer di Balmain, Christophe Decarnin, durante l’ultima sfilata parigina: chiodi in pelle o in jeans, borchie ovunque e guepiere tenute su da spille da balia.

Pare che i Cuff Lace Up Booties, in versione nera o militare, siano già diventati un must have, conquistando molti piedi noti, da Rihanna ad Alicia Keys. Io, siceramente, li lascerei a catwoman.

scarpe Cuff lace up booties balmain giuseppe zanotti stivali

jean paul gaultier  beth ditto

Aveva allegato degli occhialini 3D all’invito per la sfilata. Sul cartoncino due corpi nudi, uno taglia XXS, l’altro taglia XXL. Il messaggio che Jean Paul Gaultier voleva mandare era chiaro: qualunque sia la tua taglia puoi indossare i miei vestiti, che si modellano sul tuo corpo. Fantastico messaggio: non sono più le donne che devono adeguarsi agli standard imposti dagli abiti che le case di moda fanno sfilare, ma sono gli stilisti che si piegano alla realtà delle donne dalle taglie “normali”.
In un periodo in cui le modelle sono sempre più magre, e sono fortunate se riescono a sopravvivere, serviva una presa di posizione forte. Forte quanto la scelta di far aprire e chiudere la sfilata a Beth Ditto, cantante ventinovenne americana che ha bisogno di più di una X davanti alla sua L. Scelta coraggiosa, non solo per le forme della frontwoman del gruppo Gossip, che si proclama felicemente lesbica e dichiara di aver mangiato scoiattoli da bambina. Peccato che sembri una decisione dettata più dal desiderio di fare spettacolo, che dalla voglia di affermare la bellezza delle donne dalle taglie comuni. Quanto sarebbe stato più forte far sfilare ragazze normali al posto di modelle anoressiche insieme a Beth Ditto, che fanno un ossimoro in passerella? Molto di più, ma probabilmente non avrebbe fatto spettacolo. Pelle nera, calze a rete, pizzi appariscenti e stampe tridimensionali da guardare con gli appositi occhialini, con punte punk che rimandano agli anni Settanta-Ottanta. Questo è stato lo spettacolo parigino firmato Jean Paul Gaultier.
Le calzature schizofreniche quanto l’intera collezione: scarpe décolleté in vernice bicolore o argentate con tacco a spillo doppio, che con un’aggiunta si trasformano in stivali stringati, come quelli che vi ripropongo qui…

scarpe jean paul gaultierscarpe jean paul gaultier
stivali jean paul gaultier

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: